Category Archives: Blogwide

Info, articoli, manuali e howto da altri blog in rete

23 denunciati per Hackit06

23 denunciati per Hackit06

Hackmeeting 2006 – Parma

A distanza di sei anni 23 compagni ed attivisti – che insieme ad altre centinaia hanno occupato e reso vivibile lo stabile in cui si è svolto l’Hackmeeting di Parma 2006 – si sono visti recapitare un decreto penale, accusati in base all’articolo 633 del codice penale di “Invasione di terreni od edifici”. Il reato che si contesta loro è, di fatto, quello di aver occupato uno stabile, averlo reso agibile e in parte restaurato; nell’aver costruito bagni, docce e cucina, nell’averlo reso vivibile per la tre giorni dell’evento per poi restituirlo alla città. Questo è esattamente quello che avviene da 16 anni durante ogni HackMeeting, l’annuale raduno della comunità hacker italiana, quando orde di hackers, provenienti da tutta la penisola e non solo, si incontrano per dare vita al libero scambio di saperi, informazioni, tecnologie, corpi, affetti, intensità, guidati dall’insana passione a “metterci le mani dentro”, a non delegare nulla, ad esprimersi in prima persona, in una dimensione collettiva e politica che trova nell’autogestione e nell’autorganizzazione la sua colonna vertebrale. Nonostante sia chiaro l’intento repressivo della digos e della questura di Parma, che ci è sembrata assolutamente zelante (6 anni e passa per un provvedimento è quasi fuori tempo massimo), rispediamo al mittente qualsiasi accusa, ricordando alle questure e ai governanti di tutte le risme, che la nostra forza non si piega a suon di denunce e che anche quest’anno ci ritroveremo in giro per la penisola per continuare a portare avanti le nostre istanze umane e politiche, per continuare ad esprimere la nostra voglia di condivisione e di libera espressione, per continuare a fare dell’hacking il nostro modo di cambiare la realtà. Non ci fate paura. Massima solidarietà ai compagni colpiti da quest’ennesima ondata repressiva.

la comunità HM

Whatsapp Vulnerabilità

Sconsigliamo Whatsapp!

Nell’ultima settimana ci siamo imbattuti/e in diversi articoli tecnici che descrivono le nuove falle di sicurezza della nota applicazione per smartphone.

Tanto per introdurre l’articolo che vi proponiamo diciamo che chiunque potrebbe usare il vostro account o “impersonare” l’account di un vostro conoscente per sostituirvisi.

Whatsapp
Whatsapp

Ancora una volta vediamo che l’interesse per il marketing sovrasta l’interesse di sviluppare un prodotto valido. Infatti si vocifera di una compravendita dei dati che è possibile ottenere dagli account sugli smartphone, in particolare stavolta ci troviamo davanti a cacciatori di IMEI, il numero identificativo del telefono. Chissà a quanto è arrivato il prezzo di un IMEI??? Fate conto che una mail personale si vende sui 7 euro…

Per leggere l’articolo di cui parliamo, vi rimando al blog originale che potete raggiungere seguendo questo link.

FireGPG: crittografia per Gmail su Firefox

Abbiamo trovato un guida utile ad usare firegpg, un addon di firefox per crittare le web mail con gpg.
Ringraziamo trackback.it per aver pubblicato l’articolo.

FireGPG
Sono lieto di aver trovato finalmente un metodo comodo per integrare
uno strato di protezione aggiuntivo al favoloso software di email
online di Google. Certo, essendo un’estensione di Firefox, questo particolare metodo funzionerà per voi solo se avete questo browser!

FireGPG utilizza il protocollo crittografico GnuPG, e ciò significa che si ha a che fare con crittografia asimmetrica e chiave privata/chiave pubblica.
La vostra chiave pubblica deve essere distribuita a chi dovrà ricevere
il vostro messaggio, quella privata mai a nessuno. Per una spiegazione
piuttosto chiara del meccanismo vi rimando alla relativa pagina di Wikipedia, che mi risparmia un viaggio complesso quanto fuori tema in questo allegro mondo :D.
 
L’estensione di per sè è facilissima da utilizzare, una volta che si ha
un po’ idea di che si deve fare. La sua gestione delle chiavi andrà a
risiedere nel menu Strumenti di Firefox, il resto finirà direttamente integrato in Gmail.
Noterete subito il lucchetto con il tasto Encrypt nel pannello di
composizione nuova mail. Badate comunque che mentre scrivete il
messaggio esso verrà immagazzinato in chiaro nei server di Google fino
all’invio, cosa che potete modificare tramite un’opzione apposita nella
configurazione di FireGPG.

 fonte:trackback

Backup Thunderbird – Salvare tutte le email e le impostazioni di Thunderbird su Ubuntu

Questo articolo e’ per tutti quelli che a volte si perdono le mail e che quindi preferiscono fare dei backup o passarli da pc a pc o tenerseli su una chiavetta, grazie al sito http://linux.billera.eu/ per aver pubblicato questa miniguida molto efficace:

A volte si ha la necessità di dover eseguire una copia di Backup delle proprie email scaricate tramite Thunderbird; ad esempio come nel mio caso, che ho formattato l’H.D. per il passaggio da Ubuntu 8.04 a Ubuntu 8.10.

Tramite la procedura che vi illustrerò di seguitò è possibile
salvare tutte le email e le impostazioni di Thunderbird, cosi da non
dover ogni volta riconfigurare il tutto Cool

Eseguire copia di Backup

  • Prima di tutto create una vostra cartella vuota, ad esempio in una penna USB.
  • Tramite Nautilus posizionarsi nella propria cartella home e premere la combinazione di tasti crtl + h, che servirà per rendere visibili i file nascosti.
  • Individuare la cartella .mozilla-thunderbird
  • Al suo interno troverete la cartella NumeroRandom.default
  • Salvate il contenuto di questa cartella in quella che avete creato all’inizio
  • Copia di Backup eseguita con successo Laughing

Utilizzare copia di Backup per ripristino email e configurazioni

Ipotiziamo il caso in cui, dopo aver eseguito la copia di backup, avete formattato ed installato una nuova versione di Ubuntu.

Dalla nuova versione di Ubuntu appena installata:

  • Avviare Thunderbird, cliccare Annulla quando chiede di configurare un nuovo account e chiudere l’applicazione.
  • Tramite Nautilus posizionarsi nella propria cartella home e premere la combinazione di tasti crtl + h, che servirà per rendere visibili i file nascosti.
  • Individuare la cartella .mozilla-thunderbird
  • Al suo interno troverete la cartella NumeroRandom.default
  • Copiare in NumeroRandom.default i file precedentemente salvati nella vostra cartella di backup ( quella presente nella penna USB Tongue out )
  • Avviate Thunderbird e apprezzate le vostre email e gli account già configurati pronti per l’uso Cool

Spero di essere stato abbastanza chiaro, in caso contrario i commenti sono aperti per rispondere ad ogni vostro quesitoLaughing

Cinelerra è semplicissimo – 3/3

Ci fermiamo un attimo per analizzare alcune impostazioni utili che
potrete utilizzare sui vostri computer per migliorare la preview dei
filmati, se siete fortunati possessori di una scheda video con supporto
opengl 2.0 ( per ora solo nvidia di ultima generazione con driver
proprietario ), allora potrete utilizzare la visualizzazione con il
driver x11-opengl (selezionate anche "visualizza ogni fotogramma") in
impostazioni > preferenze > esegui.

tut5fin1
Se
invece non appartenete a questa fortunata categoria allora disabilitate
visualizza ogni fotogramma ed andate in impostazioni > preferenze
> prestazioni ed abilitate la visualizzazione in background che ha
bisogno di un pò di spazio libero sul disco

tut5fin2
tornado alla barra delle traccie di cinelerra noterete questa barra rossa che indica il rendering del filmato in background.

tut5fin3

Riprendiamo ora il nostro tutorial

Aggiungiamo due traccie video

tut5fin5
mettiamo
in parallelo una foto qualsiasi e una scansione con ben evidenziato
colori chiari e scuri, noterete che la foto che si trova nella parte
superiore sovrasta quella inferiore.

tut5fin4
assicuriamoci
prima di proseguire che in impostazioni > formato sia selezionato
RGBA o YUVA (in modo che cinelerra possa gestire le trasparenze), non
usate interlaccio al momento.

tut5fin6
selezioniamo una zona della foto in alto e incolliamoci la chiave cromatica ( in risorse effetti video)

tut5fin7
ora
abilitiamo crea fotogrammi al volo e creiamo un fotogramma all’inizio
che non esegua variazioni e uno alla fine che faccia sparire del tutto
l’immagine.

tut5fin8
A questo punto perché non giocare con lo zoom. Creiamo con la z (blu) una curva simile:

tut5fin9
dovreste vedere qualcosa di simile nel compositore.

tut5fin10
Avrete
notato che lavorare direttamente con i fotogrammi chiave e molto comodo
e veloce; approfondiamo dicendo che il fotogramma chiave che sfuma la
traccia è legato con tutte le altre traccie. Prima di agire su sfuma
premiamo Maiusc(shift)+tab sulla traccia che stiamo usando in modo da
assicurarci che le altre traccie non siano in modalità registrazione.
In questa foto è illustrata una "semplice" transizione con lo sfuma.

tut5fin11
fortunatamente è possibile usare le comuni transizioni fra traccie,
basta metterle sulla traccia più in alto sia in entrata che in uscita.

tut5fin12
la titolazione in cinelerra è molto ricca e complessa e sarà
materia dei prossimi tutorial, nel frattempo vi do un piccolo
trucchetto vi aiuterà ad effettuare una titolazione ad effetto. Apriamo
gimp e scegliamo un qualsiasi in Xtrn > logotipi

tut5fin13
creiamo una logotipo

tut5fin14
nel menù finestre facciamo apparire i livelli

tut5fin15
e cancelliamo l’ultimo livello

tut5fin16
il risultato dovrebbe essere questo:

tut5fin17
i
quadratini grigi rappresentano la trasparenza, salviamo il file con la
finale .png e importiamolo in cinelerra. Aggiungiamo una ulteriore
traccia video ( tanto non si pagano ), mettiamoci sù l’immagine appena
creata. Spostiamo, sfumiamo, zummiamo aggiungiamo effetti video a
nostro piacimento e la titolazione è servita!

tut5fin18
craiamo
ora 3 traccie audio due per la musica e uno per un normale filmato, la
traccia mono occorre modificarla come evidenziato nel disegno.

tut5fin19
aggiungiamo una bella canzone, a questo punto il vostro progetto prende forma

tut5fin20
vi
do un piccolo consiglio, non esagerate con effetti esplosioni o
quant’altro, il vostro scopo deve essere presentare le foto nel modo
migliore possibile. Un modo molto bello di presentare le foto è quello
di metterle tutte su una stessa traccia e muoverle lentamente ( facendo
bene attenzione a non farle uscire fuori dello schermo ) e aggiungere
delle semplici transizioni, la musica farà il resto.
Per creare delle curve di zoom, x e y vi consiglio di agire così:
assicuratevi che in visualizza siano selezionate le telecamere della
x-y-z e premete 2 per fare sparire le icone della transizione, quindi
tramite i selettori zoom x y sulla barra inferiore sistemiamo le tre
linee in modo che siano equidistanti una dall’altra; ci basta premere
sulle linee per creare dei punti chiave e una volta creati disegnare
una curva.
Quando ci prenderete la mano non userete altro metodo!

tut5fin21
nel caso ci sia troppa differenza fra i due fotogrammi il consiglio
generale è quello di metterli su un altra traccia video, ma se proprio
dovete, agite così:
due fotogrammi chiave vicinissimi

tut5fin22
cercate di sistemare come in figura

tut5fin23
quindi allargate le traccia fino a che fra i due punti al posto della
curva si creii un quadrato e vedete di ottenere qualcosa di simile.
Ovviamente in questo caso non potete utilizzare alcuna transizione.
Complicato? Meglio una traccia nuova con quello che costa!

tut5fin24
Per
i filmati basta caricarli ed inserirli tra una traccia audio e una
video. A proposito di filmati: tramite l’uso del visualizzatore potrete
facilmente spezzettare i filmati in tanti piccoli spezzoni (clip) e
quindi assemblarli facilmente, in moltissimi casi, però, potete anche
cancellare un pezzo di filmato direttamente sulla traccia, copiarne un
pezzo su un altra traccia e addirittura inserire un filmato dentro
l’altro, basta fare molta attenzione allo stato di registrazione delle
traccie

tut5fin25
Quando il lavorò ci soddisferà potremo esportarlo in formato avi mpeg4
( come spiegato nella parte seconda ) e assemblare tutti i filmati in
un unico dvd. Per creare il dvd utilizziamo qdvdauthor. Il qdvdauthor
non è il massimo della stabilità, per questo ne ho ricompilato una
revisione nel mio repository che è un pelino più stabile. Se avete
ubuntu e il mio repository già inserito vi basterà dare da terminale:
sudo apt-get install qdvdauthor-akirad
Avviate qdvdathor e scegliete la lingua italiana in Tools > lingue,
quindi nel menù strumenti date installa modelli, vi apparirà la
seguente schermata

tut5fin26
Cliccate su connetti e comincerà a scaricare

tut5fin27
selezionate tutte le minature e date next a questo punto se volete
installare per tutti gli utenti ( dovete avere la password di
amministratore ) fate installa nel sistema altrimenti in locale

tut5fin28
Finita questa operazione clicchiamo su aggiungi filmato ci apparirà

tut5fin29
Scegliamo un nome per il nostro progetto e sfogliamo la nostra home in
modo da individuare/creare una cartella temporanea per elaborare il
dvd, io uso dvd nella home.

tut5fin30
finito
questo ritornate sul pulsante aggiungi filmato e caricate tutti i
filmati che avete creato con cinelerra quindi dal menù dvdauthor
scegliamo "Aggiungi da modello" e scegliamone uno

tut5fin31
dopo aver dato next non dobbiamo fare altro che spostare i nostri filmati ( a lato) sulle figure nere

tut5fin32
otterremo qualcosa di simile

tut5fin33
Finita
questa operazione qdvdauthor ci presenterà il nostro bel menù pronto
all’uso, se necessario convertiamo in pal col tasto destro e sistemiamo
le icone dei filmati. Piccolo accorgimento che vi consiglio ( ma non è
necessario ) è quello di creare i capitoli:
cliccate due volte sui filmati e scegliete il tab capitoli e cliccate su capitoli automatici.

tut5fin34
Il risulato dovrebbe essere simile a questo

tut5fin35
non abbiamo ancora finito clicchiamo con il tasto destro su ogni
pulsante e scegliamo modifica bottone, quindi associamo ad ogni bottone
il suo filmato

tut5fin36
ci basta premere su

tut5fin37
ci apparirà una schermata simile

tut5fin38
selezioniamo l’ultima casella e inseriamo un dvd vuoto

tut5fin39
diamo ok

tut5fin40
Al termine ci ritroveremo il nostro bel dvd nuovo fiammante!

Se volete invece volete controllare il dvd e poi masterizzare:

  • disabilitate la masterizzazione
  • elaborate il filmato
  • al termine apritelo con gxine dvd:/$HOME/dvd
  • per masterizzarlo growisofs -Z /dev/dvd -dvd-video $HOME/dvd

Nella prossima puntata cominceremo a fare esempi pratici sui
singoli effetti video compreso tracciare il movimento e montare effetti
speciali.

Cinelerra è semplicissimo – 2/3

Dunque, eravamo rimasti a
"Ora andate sulla barra del tempo e spostatevi al centro ( la linea
bianca lampeggiante ) tornate al compositore e spostate nuovamente
l’immagine ora riavvolgete e fate play… bello vero! ( Se perdete di
vista le linee delle telecamere usate il pulsante tut3fin9 )".
Come qualcuno ha notato nella barra del compositore andavano evidenziati i seguenti parametri:
tut3fin3
nel corso dei tutorial verranno spiegate tutte le impostazioni da utilizzare man mano che si renderanno utili al nostro scopo.

Prendiamo familiarità con la icone delle traccia
tut3fin3
attiro la vostra attenzione sul pulsante rosso "registra traccia" che,
se disabilitato preserva la traccia dai cambiamenti. E’ infatti
importante tenere a mente che se lavoriamo con il compositore con la
modalità genera fotogrammi al volo i cambiamenti che faremo
influenzeranno tutte le traccie. Scorciatoia
da tastiera: con tab abilitiamo/disabilitiamo la registrazione delle
traccie mentre con maiusc(shift)+tab abilitiamo/disabilitiamo la
registrazione su tutte le altre traccie

E’ buona norma nominare le traccie in modo da ricordare quello che contengono. In questo modo:
tut3fin3

aggiungiamo una transizione da risorse>transizioni Video semplicemente trascinandola in mezzo alle due foto.
tut3fin3

Ora diamo un tocco di personalità alla transizione:
assicuriamoci di essere in modalità "taglia e incolla" e selezioniamo
una porzione a cavallo fra le due immagini semplicemente trascinando il
mouse col tasto sinistro premuto nella barra del tempo, come mostrato
in figura.
tut3fin3

Ora dal menù effetti video nelle risorse spostiamo un effetto sulla nostra selezione a cavallo fra le due traccie
tut3fin3

sull’effetto compariranno due icone una per disabilitarlo e l’altra modificarlo (a forma di lente)
tut3fin3

se guardiamo in basso noteremo un controllo che permette di allungare
la visualizzazione delle traccie, usiamolo in modo da fare in modo che
l’effetto sia più maneggevole
tut3fin3

ora posizioniamoci con la barra di scorrimento (quella lampeggiante)
all’inizio dell’effetto e premiamo la lente. Muoviamo un pò i controlli
ma facciamo in modo che nel compositore l’immagine non appaia
deformata. La stessa cosa facciamo alla fine dell’effetto.
tut3fin3

Posizioniamoci al centro e facciamo un pò di scempio (bastano 1 o 2
punti chiave) alla fine dovremmo vedere una situazione simile:
tut3fin3

Se avete fatto qualche errore il punto chiave può essere cancellato con
il tasto destro. Assicuriamoci che su visualizza sia selezionata la
telecamera Z, ridimensioniamo con il selettore zoom la linea blu (che
appunto rappresenta lo zoom e clicchiamoci sopra e generiamo dei punti
chiave, facciamone 4 come da figura in basso e spostiamoli in modo da
disegnare la curva che vedete. Ora il nostro effetto è completo.
Ovviamente possiamo farne di più semplici o più complessi, il limite è
dato dalla nostra fantasia.
tut3fin3

Andiamo su audio e aggiungiamo due traccie ( se le avete già non
aggiungetele), quindi carichiamo un brano musicale e spostiamolo da
risorse>media sulle traccie appena create.

tut3fin3

Divertitevi ad aggiungere foto e a sperimentare fino alla fine del
brano, magari provate ad andare a tempo di musica, per allungare la
durata delle foto è sufficiente tirarle col mouse per i bordi, mentre
per spostarle bisogna essere nella modalità "Sposta e aggiungi"cinspostaeaggiungi.
Per salvare il nostro lavoro e riprenderlo successivamente andare al menù file e salvare il progetto come .xml.
cinesave

Una piccola anticipazione per esportare il filmato in buona qualità e
fare in modo che sia pronto per il nostro dvd, bisogna andare al menù
file>elabora (salvate sempre il progetto prima di esportarlo)
tut3fin3

a questo punto se volete avere un dvx vi basta selezionare formato
file: "Microsoft Avi" ( non dimenticate di specificare "crea solo nuove
risorse in basso")

tut3fin3

dalla chiave inglese affianco a audio selezionate mp3
tut3fin3

dalla chiave inglese affianco a video selezionate "Microsoft Mpeg4",
aggiusta quantizzazione 5 -superiore se volete file più piccoli e di
minore qualità-, intervallo fotogrammi 25
tut3fin3

Per i nostri tutorial si preferirà l’ogg Theora/Vorbis perché
supportato in nativo dal sistema Gnu/Linux. Le impostazioni sono le
seguenti:
tut3fin3

chiave inglese su audio e date -1 256000 -1
tut3fin3

chiave inglese su video e date fixed quality 4-5 poi 25 25 2
tut3fin3

Per ora è tutto, nella prossima parte spiegheremo la multi traccia,
il taglio dei filmati, la titolazione ed esportazione in dvd.

Cinelerra è semplicissimo – 1/3

Bellissimo tutorial su cinelerra, che abbiamo trovato su http://akiradproject.net/ che ringraziamo per aver reso disponibili a tutti/e i propri sforzi con questo potente software opensource.

Non so a voi, ma a me capita spesso che il solito utente windows mi
mostri il suo album fotografico composto con i soliti programmi per
editing video. E’ vero potrei usare anch’io windows, ma io adoro usare
distro linux ( in particolare ubuntu ). Quindi ho deciso di imparare ad
usare cinelerra ed ho scoperto che, a dispetto della prima impressione,
è un software molto semplice da utilizzare. L’invidia dell’utente
windows non ha prezzo.

Prepariamo cinelerra e sistemiamo le finestre a nostro gusto, io l’ho sistemato così:

cinelerrasceenshot

Nella
finestra risorse a sinistra ho preferito la modalità testo e a dinistra
le icone e le ho riordinate ( si fa tutto con il tasto destro). Se
smarrite o chiudete una finestra non preoccupatevi andate su il menù finestre nel main e rimettete a posto.
tut3fin1

Quando si chiude cinelerra ricorderà dove sono posizionate le finestre!
Proprio non vi state raccapezzando allora potete usare posizioni
predefinite dal menù finestra. Dal menù visualizza scegliamo le
preziose impostazioni delle visualizzazioni X Y Z che utilizzeremo in
modo intenso nei nostri tutorial.
tut3fin2

Se usate ubuntu vi torneranno utili le seguenti impostazioni:

andate su le preferenze
tut3fin3

e impostate in questo modo
tut3fin4
scegliamo alsa e ferma riproduzione bloccata
in registrazione

tut3fin5
scegliamo
quicktime per linux e sulla chiave inglese audio scegliamo il formato
mpeg, mentre sulla chiave inglese video scegliamo Mpeg4-video
quantizzazione 1 (in modo da salvare i filmati in ottima qualità),
selezioniamo il formato video 720×576 a 25 fotogrammi e importa
immagini durata di 8 secondi.
Andate su impostazioni>formato e scegliete PAL.

Siamo pronti a partire!
Andate su file > carica file
tut3fin6
so che il carica file è un pò spartano e senza preview, ma è
funzionale. Potete scegliere la visualizzazione per icone come ho fatto
io ( la bambolina sul lato in alto ), come formato file scegliete *,
crea solo nuove risorse e scegliere l’immagine da importare

Ora troverete il vostro file sulla finestra risorse alla voce media. Trascinate l’immagine sulla barra del tempo
tut3fin7

Trascinando i bordi dell’immagine potete aumentarne la durata. Su
visualizza assicuratevi di aver selezionato crea fotogrammi al volo tut3fin8
Riavvolgete
il filmato e andate sul compositore e spostate l’immagine tenendo
premuto il tasto sinistro, potete anche zummare con tenendo premuto
Maiusc (shift)
Ora andate sulla barra del tempo e spostatevi al centro ( la linea
bianca lampeggiante ) tornate al compositore e spostate nuovamente
l’immagine ora riavvolgete e fate play… bello vero! ( Se perdete di
vista le linee delle telecamere usate il pulsante tut3fin9 ).

Nella prossima puntata cominceremo a vedere come mixare più tracce video ed aggiungere audio.